durata-materasso

Il tuo materasso cigola, fa strani rumori e tu inizi a non riposare bene? Probabilmente è arrivata l’ora di cambiare il tuo materasso. Molti pensano che, spendendo di più, il materasso possa durare anche 20 o 30 anni: non c’è nulla di più sbagliato, dato che i materiali di cui è composto, col tempo, tendono a rovinarsi. E’ importante infatti rispettare il ciclo di vita dei materiali e sapere quanto dura un materasso e soprattutto quando cambiarlo!

Quanto dura un materasso?

E’ una domanda molto generica, perché la durata del materasso dipende molto dalla tecnologia. Si tratta di un materasso a molle, in lattice oppure in waterfoam? Ognuno di questi supporti ha sue specifiche caratteristiche tecniche. Ma allora ogni quanto cambiare il materasso? 

Anche i migliori materassi, generalmente, vanno sostituiti ogni 10 anni, indipendentemente da quanto siano stati pagati. Con il tempo infatti tendono a deformarsi e soprattutto le condizioni igieniche tendono a diminuire, per quanto sia stato trattato bene e pulito.

Quando cambiare il materasso?

materasso-multionda-offerta

Il materasso si cambia col mal di schiena? No, mai attendere troppo, perché le conseguenze possono essere molto fastidiose. Mai aspettare di avere un materasso sfondato prima di sostituirlo, ma bisogna sapere cogliere i primi segnali di deterioramento.

Scuciture nella fodera, deformazioni o rigonfiamenti, macchie… sono tutti sintomi che il materasso va cambiato. Un materasso con 10 anni di vita è stato usato almeno 8 ore al giorno: più di 29.000 ore di utilizzo!!

Per capire quanto dura un materasso, facciamo l’esempio di una macchina: se ogni giorno si fa un viaggio di 8 ore per 10 anni, possiamo immaginare che l’automobile anche se ben tenuta, inizierà a mostrare i primi segni di cedimento.Il materasso è come l’automobile: è necessaria una buona manutenzione e va sostituito quando ha esaurito il suo potenziale.

La durata del materasso dipende anche da altri fattori come il peso del corpo, quanto si suda, quanto viene utilizzato… In caso di problemi alla circolazione, dolori articolari o mal di schiena, il materasso va cambiato in anticipo, così da evitare delle conseguenze sulla nostra salute.

La regola generale comunque che vale per tutti è quella di sostituire il materasso appena si inizia a dormirci male. Infatti se ci si sveglia di frequente durante la notte, se ci giriamo e rigiariamo nel letto senza riuscire a trovare la giusta posizione, se al mattino abbiamo dolori articolari e ci svegliamo con la sensazione di non aver dormito, escludendo disturbi di altra natura allora è probabile che la causa sia il materasso. Infatti anche se esteticamente ed a vederlo da fuori il nostro materasso risulta perfetto come se fosse nuovo, all’interno potrebbe essere consumato e questa potrebbe essere la causa dei nostri malesseri.

Quanto dura un materasso in lattice?

Dedichiamo un capitolo a parte sul lattice naturale. Si tratta di un prodotto estremamente confortevole e che ha bisogno della giusta manutenzione. Abbiamo già parlato in questo blog di come pulire il materasso. Con i materassi in lattice le operazioni di pulizia e di cambio di lato devono essere particolarmente rigorose altrimenti il rischio è che la durata del materasso diventi molto più limitata.

In linea generale una corretta manutenzione è indicata non solo per il lattice ma anche per il materassi in memory foam, prodotto più economico ma altrettanto sensibile. Rispondere alla domanda "quanto dura un materasso memory" è impossibile: la durata massima di ogni tipo di materasso è 10  anni ma una manutenzione superficiale può ridurne la vita

Perché cambiare il materasso?

Abbiamo capito quanto dura un materasso, ma se volessimo continuare ad utilizzarlo? Al di là dei dolori muscolari che influenzerebbero in maniera negativa le nostre giornate, sono stati fatti studi approfonditi che dimostrano che in un materasso di 10 anni possono accumularsi anche 2 milioni di acari e loro escrementi,invisibili ad occhio nudo, ma pericolosi per la nostra salute. Tra pelle morta, sudore accumulatosi e altri residui, si formano più di 200 grammi di polveri organiche e inorganiche! E’ una ragione sufficiente per cambiare il materasso?

Quale materasso scegliere?

“Bene, il mio materasso è vecchio, è tempo di sostituirlo… ma come scegliere il materasso?” Si tratta di una domanda legittima che si pongono tutti ogni volta che devono cambiare il materasso. In commercio esistono numerosissime soluzioni e addirittura siti specializzati che possono aiutarti a scegliere il materasso. Noi ti proponiamo una selezione dei nostri migliori materassi in offerta, con i quali potrai risparmiare, non pagherai spese di spedizione e avrai una garanzia di 10 anni! Inmaterassi ti garantisce infatti la qualità del tuo materasso per tutta la durata della sua vita!!

Ecco alcuni dei prodotti ad alta qualità che puoi trovare nel nostro store.