Ti è mai capitato di svegliarti nel cuore della notte e di essere preda di un violento attacco di panico notturno? Stanno entrando dei ladri in casa ma non riesci a muovere un muscolo. Fantasmi, demoni o alieni sono fuori della tua porta e iniziano quasi a correre verso di te. I loro passi sono sempre più vicini e tu sei paralizzato nel letto!

Il tuo cuore inizia a battere forte, il respiro diventa agitato, gli occhi sono aperti ma il corpo non risponde! Che sta succedendo? Stai vivendo la paralisi del sonno, un'esperienza spaventosa ma in realtà non molto rara.

paralisi-del-sonno-allucinazioni-ipnagogiche

Che cos'è la paralisi nel sonno

La paralisi ipnagogica è una delle esperienze più spaventose e paurose che possono capitare. Mentre si sta dormendo, durante il sonno, ci si sveglia all'improvviso senza una reale ragione ma senza avere il controllo del proprio corpo, con una sensazione più che reale di una minaccia terribile che incombe a pochi passi e che diventa sempre più concreta e reale man mano che si avvicina.

Non si tratta di un fenomeno paranormale, anche se i protagonisti di questo incubo sono gli alieni. La scienza ha classificato questo tipi di esperienza con il nome di paralisi del sonno o paralisi ipnagogica.

Le cause della paralisi del sonno

Perché si hanno queste esperienze di incubi e sogni ad occhi aperti? Perché sono così vive e non si ha la possibilità di muoversi? Si tratta di un malfunzionamento che avviene durante il sonno. Mentre dormiamo infatti, durante la fase REM, gli occhi continuano a muoversi anche se le palpebre sono abbassate. I muscoli invece sono come paralizzati, dato che la mente non li controlla durante questa fase del sonno.

Può capitare che il risveglio avvenga prima che il cervello riprenda il controllo dei muscoli, per cui si ha la sensazione di essere svegli ma non ci si può muovere. Se durante questo stato di veglia si ha anche un'esperienza onirica, cioè un sogno o un incubo, questo rischia di diventare fin troppo reale. I sintomi di quest'esperienza sono allucinazioni, ansia e panico. Si ha la sensazione di avvertire un pericolo ma non solo con la vista. Spesso sono tutti i sensi ad essere coinvolti, dall'udito fino al tatto, con la sensazione di essere toccati.

L'unico aspetto positivo è che questa sensazione ha una durata molto breve: pochi secondi o al massimo due minuti.

Le allucinazioni ipnagogiche

Esistono tre diversi effetti allucinatori associati che si possono vivere durante la fase di paralisi del sonno. La presenza di un estraneo nella stanza, non necessariamente umano, che in un primo momento si limita a fissarci in modo inquietante e poi si avvicina sempre di più fino a toccarci. La sensazione di un senso di pressione sul petto, come se qualcuno stesse spingendo con forza sulla cassa toracica tenendoci le mani al collo per farci soffocare. L'ultima e più strana è la sensazione di levitazione, come di uscire dal proprio corpo. L'ultima somiglia quasi alle più famose esperienze extracorporee.

Esperienze vissute e testimonianze

La paralisi del sonno è così terrificante perché fa diventare reali le nostre paure più profonde e del nostro subconscio. Vuoi un esempio di cosa succede durante una paralisi ipnagogica? Stai dormendo nella tua camera da letto, quando ti svegli all'improvviso perché senti dei rumori strani. Gli occhi sono aperti, il corpo non si riesce a muovere e resti completamente fermo cercando di ascoltare da dove arrivano questi rumori. Sono proprio fuori dalla tua camera, c'è qualcuno. E' entrato qualcuno in casa!

paralisi-del-sonno-allucinazioni-notturne

Cominci ad aver paura e non sai cosa fare. Ti prenderanno mentre tu sei nel letto inerme? Gli intrusi sanno hanno capito intanto che tu sei lì e i passi si fanno sempre più veloci e vengono verso di te. Vieni preso da un attacco di panico, il cuore batte forte, il respiro diventa affannoso e non riesci neanche a gridare nonostante tu abbia la bocca aperta. Sei completamente paralizzato. Il terrore diventa assoluto quando, senza neanche vederli o magari scorgendone l'ombra, vieni toccato. A quel punto la paralisi notturna si ferma, come per un meccanismo di autodifesa.

Esci dalla fase REM, ti metti seduto a letto, cercando di calmarti, di capire cosa sia successo mentre intanto ti guardi intorno per cercare di capire se sia stato solo un incubo. Molte di queste esperienze con allucinazioni inpnagogiche riguardano ladri, alieni, demoni o mostri vari. Tutto ciò che terrorizza di più la nostra immaginazione.

Rimedi - cosa fare prima di addormentarsi

E' stato dimostrato scientificamente questi attacchi di panico dovuti alle paralisi del sonno sono più frequenti in chi soffre di depressione, ansia o stress. Dagli studenti sotto esami a chi invece sta affrontando un periodo difficile della propria vita. Inoltre problemi di insonnia possono aumentare l'incidenza degli incubi a occhi aperti. Bisogna cercare di dormire bene la notte: cerca di scegliere il materasso giusto alle tue esigenze, un buon cuscino memory ed allontana tutti i dispositivi elettronici dalla tua stanza.

Non dormire sempre in posizione supina. Anche se stare a pancia in su può essere comodo per alcuni, prova tutte le posizioni per dormire. Le allucinazioni ipnagogiche sono più frequenti a pancia in su. Cerca di combattere lo stress e di sfogare rabbia e frustrazioni facendo attività fisica. Soprattutto se non viene svolta di sera, ti aiuta a migliora la qualità del sonno ed è una rapida valvola di sfogo.

Miti e leggende di un esperienza comune nella storia

Questo fenomeno oggi chiamato paralisi del sonno o paralisi ipnagogica, è stato spiegato dalla scienza in modo razionale. Ma in passato si pensava che la paralisi del sonno fosse paranormale: streghe e demoni si impossessavano del nostro corpo. Sin dai tempi più antichi si parla di questa presenza estranea malvagia nella propria camera da letto, con quella sensazione di essere toccati con le difficoltà a respirare. I Greci chiamavano infatti questa esperienza pnigalion, mentre in Giappone kanashibari.

Secondo alcune leggende nel cuore della notte si riceve la visita di un cavallo che trasporta spiriti malvagi, mentre secondo altri miti si tratta di una strega che durante il sonno assale la povera vittima paralizzandola e rendendola incapace di muoversi o di gridare.

Proprio nel 2015 è uscito un documentario horror/paranormale girato dal regista Rodney Ascher che tratta proprio sul fenomeno paralisi del sonno e allucinazioni ipnagogiche. Il titolo è The Nightmare ed è consigliato ad un pubblico non facilmente impressionabile e amante del brivido.