Lattice: che materiale è? Perché è indicato per i materassi?

Ne hai tanto sentito parlare, molti lo consigliano a chi ha problemi di allergie oppure a chi vuole riposare con una temperatura costante tutto l’anno: il lattice è uno dei materiali più noti quando si parla di materassi.

Ma che materiale è? Da dove si ricava e perché viene utilizzato per la produzione di cuscini e materassi? Ne parliamo oggi in questo articolo.

Da dove viene il lattice?

Il lattice è un materiale naturale.Si tratta di una sostanza che si ricava dall’albero della gomma (meno noto come Hevea brasiliensis) e che prima della lavorazione assomiglia molto al latte: bianco ma molto più vischioso, da qui deriva appunto il suo nome.

Il lattice gomma si presenta come una sostanza liquida molto sensibile alla variazione di temperatura e alla luce. Nella sua forma originaria quindi è pressoché inutilizzabile, per questo viene lavorato e miscelato con acqua e altre sostanze sbiancanti ed elasticizzanti che fanno diventare il lattice morbido e creano i tipici alveoli di una schiuma. A questo punto della lavorazione la schiuma di lattice viene sottoposta alla vulcanizzazione per dare ancora più elasticità alla lastra di materiale.

Materasso in lattice o in schiuma di lattice?

Come abbiamo appena visto non è possibile realizzare un materasso con una struttura unicamente in lattice, proprio per le caratteristiche fisiche di questo materiale.

Quando si parla di materasso in lattice, quindi, si intende sempre un prodotto con struttura schiumosa derivato dalla miscelazione del lattice naturale con altre sostanze.

Ciò che devi verificare con particolare cura, soprattutto se soffri di allergie agli acari o alla polvere, è la quantità di lattice presente nella schiuma e se questo è di origine naturale o sintetica.

Per questioni di sostenibilità ambientale e di costi di produzione, sempre più spesso i materassi in schiuma di lattice sono realizzati combinando sia lattice naturale che sintetico.

Perché scegliere il lattice per il tuo riposo?

I vantaggi di scegliere un materasso in lattice per la propria camera da letto sono ormai noti a tutti, ma un ripasso non fa mai male:

  • Il lattice naturale è antibatterico e antiacaro, questo significa che lo standard di igiene del tuo letto sarà elevato, ovviamente con le dovute cure e attenzioni.
  • Un materasso in schiuma di lattice è ipoallergenico, significa che contiene una bassissima concentrazione di sostanze che possono scatenare reazioni allergiche. Il lattice, infatti, viene molto spesso impiegato in ambito medico e chirurgico proprio per questa sua particolarità.
  • La lavorazione del lattice lo rende areato e traspirante, per questo un materasso in lattice è la scelta più indicata se soffri particolarmente il caldo o di allergie come quelle alla polvere o agli acari.
  • Il lattice è resistente, se di buona qualità, e grazie al processo di vulcanizzazione a cui viene sottoposto è possibile realizzare delle zone a portanze differenziata che garantiscono il giusto comfort a ogni parte del corpo.

E per completare il letto, ti consigliamo anche di abbinare al materasso dei cuscini in lattice.

Lattice o memory?

Questa è una domanda che ci viene fatta molto spesso dai clienti InMaterassi. La risposta, come per qualsiasi tipo di materasso è: dipende dalle tue necessità.

Ad esempio, se soffri di mal di schiena, il memory potrebbe essere la soluzione più indicata. Questa tipologia di materasso non crea punti di pressione sul corpo, ma lo avvolge e lo sostiene. In più grazie alla sua capacità di termoregolazione aiuta a mantenere una temperatura costante durante il riposo.

Per chi ha problemi di circolazione è invece più indicato un modello di materasso in lattice. Al contrario del memory, che è più avvolgente, questo materiale si adatta alle forme del corpo sostenendole, quindi è consigliato anche a chi ha problemi di postura.

Per quanto riguarda la questione allergie entrambi i materassi, memory e lattice, sono una soluzione valida perché molto traspirabili grazie alla loro struttura interna.

Come già visto il lattice naturale è particolarmente indicato nel caso di ipersensibilità ad acari e polvere. Ma nel caso di allergia al lattice? Ovviamente meglio orientarsi su una soluzione in memory foam.

Quindi il lattice fa per te?

Riassumendo, quando dovresti scegliere un materasso in lattice?

  • Se cerchi una soluzione naturale per il tuo riposo, ma ricorda sempre di verificare la percentuale di gomma di lattice impiegata per la realizzazione del materasso
  • Se hai allergie a polvere e acari, ma ovviamente non al lattice
  • Se vuoi riposare su una superficie che sostenga il tuo corpo senza avvolgerti troppo
  • Se soffri il caldo durante il riposo

100% Made in Italy, garantiti 10 anni e inseriti nella lista dei presidi medico chirurgici: scopri i modelli di materasso in lattice disponibili su InMaterassi!